domenica 18 marzo 2012

Godo del tuo sbocciare



Ho udito la primavera bussare alla porta. Ora sono lì, con gli occhi persi in un cielo dall'inesauribile tepore che con i suoi raggi accarezza la natura, la solletica e osserva inerme il suo morbido eruttare.

Sono in quei voli di farfalle che baciano il polline dei fiori a pulsano di piacere.

Sono nel vermiglio di quelle ciliege che lasciano colare il loro succo sul mio collo bollente.

Sono sui pendii di quelle montagne dove silente scivola la neve e la vivace mano dei prati verdeggianti affonda tra i morsi degli aquiloni che sento scorrere irrefrenabili dentro di me.

L'universo sboccia, il mondo profuma,

io godo e mi lascio godere.

Senza quiete.
Senza pace.
Senza freni.

9 commenti:

angeloblu ha detto...

...un meraviglioso vibrare...è un accendersi di quelle emozioni che ci fanno sentire vive...passione che ci avvolge e che attende solo di essere vissuta...

...dolce sera per te...

Alka ha detto...

era da un po' che non pubblicavi, sono felice di rileggerti ^___^ buon inizio di primavera!

UIFPW08 ha detto...

Sono quegli occhi sinceri, quel modo di sorridere, quel tanto che tanto non basta mai..quel che c'e e lo nascondi tra i perche..senza freni senza veli cosi come è la tua dolce Primavera
Maurizio

Sunshine ha detto...

senza freni, appunto.

Paola ha detto...

La primavera attiva la voglia di vicinanza... di confidenza... portando le sensazioni piacevoli del proprio “vivere” e quindi goduria infinita :-)
Ciao Roberta cara un abbraccione grande!!!

Sciarada ha detto...

Ciao Roberta, pensa di quale meraviglia facciamo parte!
Buona Domenica delle Palme se la festeggi!

Squilibrato ha detto...

La primavera è un argomento nero per gli esasperati.

follementepazza ha detto...

qsta "primavera" divampa portando a temperature più estive...(o forse sn io che bevo :P)

angeloblu ha detto...

...ovunque tu sia, ti lascio un abbraccio...